Counter for Sites
bucanieri violenti e i sogni di una vita.

Carissimi lettori, amici, detrattori e t-rex il momento è giunto.
Dopo aver stoicamente resistito fin’ora, le pressioni circostanti sono troppe per il mio fragile corpicino da 100Kg di prolissità; 
Nasce dunque il mio profilo tuitter.
Dove indicamente scaricherò una raffica di puttanate.

Quindi, qui sul blog faccio finta di avere dei pensieri profondi mentre li libero la bestia forgiata dal fuoco di mille battaglie.

Stay tuned mpò dove vi pare!
ciao followers!

asker

Anonimo asked: Mi pare di notare che preferisci scrivere in rima, come mai questa scelta?

È vero preferisco le rime.
Sai, certe volte non ho l’idea precisa di come verrà fuori un pezzo, diciamo che ho una sensazione che, in qualche modo, devo riuscire a tradurre in parole.
Questo processo certe volte è immediato o inverso (ho delle parole che rievocano una sensazione) altre volte è complicato.
Le rime, la musicalità e la cadenza che creano mi aiutano a non perdermi, mettono quei confini invisibili dai quali so di non dover uscire.
Per esempio immagina di dover spiegare quella sensazione di velocità e felicità al tempo stesso che ti pervade quando, per esempio balli con colei/colui che ami…io ci metterei una giornata intera riempiendo fogli su fogli…ma ascolta come suona la parola: rondò
per me, ha il suono del sorriso che nasce quando tutto il mondo intorno gira e ci sono solo i suoi occhi e le sue mani per me

bucanieri violenti e i sogni di una vita. followers